borghezio che umiliazione!!.. tre (triora story)


BORGHEZIO STORY (fine della saga)


Alle redazioni di Sanremonews e Riviera24


Molti mi hanno chiesto perchè non ho ribattuto a Borghezio dopo che lo stesso ha parlato di “facinorosi no global” che scriverebbero sui blog.
Si dà il caso che digitando su Google “Borghezio Triora”, il primo link trovato riguarda un mio post. Sarò io il facinoroso no global?

Dico la verità: di parlare delle gesta di Borghezio ne farei volentieri a meno. Non mi sembra utile.

Borghezio esiste e più in là di questo la mia curiosità non si spinge.

Comunque, rispettoso di chi mi sollecita, penso sia opportuno anche un mio breve pensiero.
Pubblico questo intervento sul mio blog http://www.gendusosindaco.wordpress.com e ve lo passo visto che l’argomento è stato trattato in maniera diffusa sulle vostre colonne
Cercherò d’essere il meno “violento” possibile e rispettoso delle vostre colonne editoriali
Alma


Dunque:

Quando ieri ho visto il titolone su LA STAMPA dedicato a Borghezio, ho capito che aveva ottenuto il risultato desiderato.

Ha vinto lui, ha fatto parlare di sé, ha attirato l’attenzione e la considerazione dei media.

Inscenando la ormai “celeberrima bufalata” della conferenza di Triora ha ottenuto il massimo risultato possibile, il tutto praticamente a “costo zero”. Ha fatto scuola ai leghisti locali.
Forse, grazie a Borghezio, la Lega aumenterà il consenso elettorale.
Sicuramente la visibilità ottenuta è stata molto ampia.

Poco importa se per arrivare a questo risultato l’onorevole ha evocato marce di “violenti no global”,

poco importa se è arrivato a teorizzare diffusi incendi, addirittura “Triora a fuoco” modello Nerone,

poco importa se, come al solito, si criminalizza genericamente il web come patria di facinorosi e di frange di violenti,

poco importa se il rinomato Albergo Colomba d’Oro ed i suoi proprietari vengono coinvolti in spiacevoli polemiche da loro non cercate e certamente non richieste.

Poco importa se si costruisce uno scenario che umilia le nostre terre e getta fango su gente dedita al lavoro e con principi morali, assenti in politicanti senza scrupoli.

La visibilità ottenuta è stata di grosse proporzioni, La Stampa ha fatto il servizio di prima pagina, questo è quello che conta e questo rende tutta la vicenda ampiamente positiva.

Prendiamone atto: questa è la nostra politica governativa.

Borghezio rappresenta l’Italia, anche se avvicinare la parola Borghezio alla parola Italia si rischia l’ira funesta dello stesso.

Cosa fare come antidoto?

1) Lasciare che i politicanti senza scrupoli parlino quando vogliono ma senza concedere tutta la nostra attenzione. La maniera migliore per screditarli è farli parlare.

2) Sopire il più possibile dentro noi ogni forma di odio nei confronti di chi l’odio vuole suscitare. L’intolleranza si vince sempre con la massima tolleranza.

Non sarà facile, ma è indispensabile, soprattutto nella politica attuale dove chi urla vuole sempre avere ragione.
Personalmente non sono interessato a questo modo di vivere la politica, attualmente m’interessa molto di più tutelare il valore della cristianità, troppe volte coinvolta anche a supporto di bestiali urla.

La Lega si erge a paladina di cristianità, ma in realtà è molto distante, direi quasi agli antipodi.
La Lega disorienta il popolo cristiano assumendosi delle gravissime responsabilità.

Occorre ritrovare la nostra bussola per riscoprire i tradizionali valori cristiani, essenziali per la nostra vita.
Occorre ricominciare da quanto detto 2000 anni fa in un celebre discorso chiamato “Discorso della Montagna”.
Su queste colonne poggia il Nuovo Testamento ed è molto grave travisare tutto questo.
Vi saluto e vi ringrazio per l’attenzione, perché dopo quanto leggerete non è possibile aggiungere altro.


Il Discorso della Montagna fu, nel Vangelo secondo Matteo, un sermone di Gesù Cristo rivolto circa nell’anno 30 ai suoi discepoli e ad una grande folla (cfr. Mt 5,1-7,28).
Tradizionalmente si pensa che Gesù abbia rivolto questo discorso su una montagna al nord del mar di Galilea, vicino a Cafarnao.


Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché erediteranno la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli
(Mt 5,3-12)

borghezio che umiliazione!!.. due (triora story)


BORGHEZIO STORY


E’ doveroso che anche questo blog riporti il comunicato della proprietà della Colomba d’Oro di Triora.
Mi è stato sollecitato da molti amici del blog ed in effetti mi scuso per il “buco”.
Il locale è storico e di grande tradizione, non si merita d’essere coinvolto in strumentalizzazioni simili.


“Inviamo queste poche righe a seguito di quanto apparso oggi su Sanremo News.
Lo facciamo per esprimere la nostra testimonianza riguardo a quanto accaduto nei giorni e nelle settimane passate che ci hanno indotto a declinare la richiesta di ospitare il convegno ‘La montagna e la tradizione, simboli, riti… e streghe’, a cui avrebbe dovuto prendere parte l’On. Borghezio.

Qualche settimana fa l’Hotel ha ricevuto prima una telefonata e quindi una mail in cui una organizzazione che si definiva ‘dondazione popoli d’Europa’ (letteralmente, possediamo ovviamente copia della mail, inviata tra l’altro da un soggetto privato con estensione @libero.it) ci chiedeva di poter organizzare un evento (poi denominato in seguito ‘conferenza’) privato, con argomento la montagna ligure, presso la nostra struttura il 4 ottobre e contestualmente se era anche possibile cenare la sera del 3, pernottare e pranzare il 4 ottobre. Siamo evidentemente un albergo di montagna, di montagna ligure, e come tale eravamo ben felici di poter ospitare un evento privato che avesse come materia il nostro territorio.

Non abbiamo tuttavia avuto nel corso di questi due colloqui altra indicazione né su un’altra natura della riunione né su argomenti o finalità differenti della riunione. E qui purtroppo sta il motivo del nostro diniego, non altrove in vaghe minacce di presunte minacce no-global agitate dall’Onorevole Borghezio, come abbiamo avuto modo di apprendere oggi.

Per la seconda volta senza essere stati in alcun modo avvertiti e vedendo il nostro nome (poca cosa, certo, ma per noi di un certo valore) associato a strumentalizzazioni politiche. Ma torniamo alla richiesta di ospitalità. Dopo aver risposto in maniera affermativa, abbiamo inviato come nostro solito le proposte per i menu della cena e del pranzo e le relative quotazioni, nonché quelle delle camere richieste per il pernottamento.

Era la seconda metà di settembre.

Da quel momento non abbiamo più avuto risposta dal nostro interlocutore per due settimane. Fino a venerdì, data in cui ci viene comunicato da alcune persone nostre conoscenti di essere sulla prima pagina come la struttura che avrebbe ospitato il convegno ‘La montagna e la tradizione, simboli, riti… e streghe’, organizzato dalla Fondazione Federalista per l’Europa dei popoli che ha come presidente proprio l’On. Borghezio.
Il che ha associato inevitabilmente la nostra struttura a una precisa fazione politica di cui non importa in questa sede se trova in noi condivisione di idee o meno.

La domanda che è sorta spontanea evidentemente è: se si trattava di una riunione privata e se come tale ci era stata presentata, che ragione c’era di diffondere un comunicato stampa per renderla pubblica? Ci siamo sentiti quantomeno raggirati. E anche preoccupati perché temevamo, non tanto l’assalto dei no-global, quanto il dover gestire un afflusso di persone non assolutamente messo in preventivo, considerando anche che in quel weekend l’albergo avrebbe ospitato altri clienti che nulla c’entravano con suddetta manifestazione e che forse non sarebbero stati felici di finirci nel mezzo, non essendo a loro volta stati avvertiti per tempo. Poi, è vero, sono uscite le contestazioni contro la presenza dell’On. Borghezio a Triora che non ci hanno fatto piacere per nulla, nonché abbiamo ricevuto qualche telefonata in albergo che ci chiedeva se davvero avessimo aderito a questo evento.

Quindi è arrivata la telefonata di una organizzatrice del convegno domenica nel pomeriggio, che ci chiedeva a che punto fossimo con i preparativi. In quel momento abbiamo espresso la nostra perplessità a ospitare questa cosa, visto il comportamento poco trasparente dell’organizzazione.
Ci è stato replicato che l’evento non aveva natura né pubblica né politica (ma allora perché annunciarlo ai quattro venti? se un onorevole si reca in un ristorante con amici mica fa un comunicato stampa…) e che addirittura era stato invitato a partecipare il Sindaco di Triora proprio per testimoniare la non appartenenza politica della manifestazione.

Ancora una volta purtroppo la cosa si è rivelata quantomeno imprecisa: il Sindaco non ha confermato i contatti con gli organizzatori. Questi, e non altri, i motivi del nostro diniego. Non ci è piaciuto come è stata gestita la cosa, non ci è piaciuto vedere organizzare e comunicare un evento che si svolge tra le nostre mura a nostra insaputa.

E neppure, a questo punto, sentir parlare di attentati no-global e di fiamme a Triora. Il borgo ha già abbastanza storia sulle sue spalle, con molti episodi dolorosi. Non merita di essere strumentalizzato in questo modo da chi, crediamo, lo comprenda ben poco”.

tempo di festa in valle argentina


TEMPO DI FESTA IN VALLE ARGENTINA


13/09/2009
MOLINI DI TRIORA – SAGRA DELLA LUMACA

la famosa ricetta per cucinare la lumaca
clicca sulla ricetta per ingrandire


questo signore mi sembra di conoscerlo


clicca qui se vuoi vedere altre foto della festa scattate da Scintilla –>>


27/09/2009
TRIORA – FESTA DEL FUNGO

che spettacolo!!

ma è sempre il solito signore di prima!!


clicca qui se vuoi vedere altre foto della festa scattate da Scintilla –>>


Qualcuno ha indovinato chi è?
Indizi:

E’ una persona squisita

E’ un gran lavoratore

E’ sempre disponibile

E’ una fortuna averlo nel nostro Comune

(Michele quando torno ad Arma caffè pagato?)


per conoscere la risposta clicca qui —->>>

oggi solo cose belle – il pane di Triora


PANE AL PANE E VINO AL VINO.

E che pane viene fatto a Triora!!!
A me piace moltissimo, sono tra quelli che lo preferiscono di qualche giorno.
La nostra terra può offrire delle opportunità incredibili, basta saperle trovare!
La Ditta Asplanato Antonino sas ha saputo trovarle e certo non vive nelle difficoltà.
Quali sono queste opportunità?
Abbiamo territori vergini con aria ed acqua di primissimo livello.
Con una storia che è seconda solo a quella di Genova.
Abbiamo una montagna stupenda a due passi dal mare.
Avevamo anche un mare stupendo, ma quello, tra palazzinari, coste invase dal cemento, depuratori inesistenti etc etc , è sempre più difficile apprezzarlo.
Come fare per compromettere anche il resto?
Costruire una discarica in zone vergini e di grande valore ambientale, come quella che volevano fare in Valle Oxentina.
Oppure potremmo costruire un magnifico inceneritore che appesti l’aria di veleni cancerogeni.
Ecco pronte due soluzioni per giocarci le nostre ricchezze, quelle che da sempre esistono.
Ma lasciamo da parte queste tristezze ed andiamo a comprarci un bel pane di Triora fatto grazie ad una ricetta indovinata e con un’acqua che nelle città si sognano.

clicca sull’articolo per ingrandire

PULIAMO IL MONDO NEL VALLONE DEI MORTI





CLICCA QUI PER VEDERE LE ALTRE FOTO DI SCINTILLA—>>>


Comitato pro Valle Oxentina
comitatoxentina@gmail.com


Si è svolta con successo sabato 30 maggio “Puliamo il mondo nel Vallone dei morti”, la prima giornata di volontariato organizzata dal circolo Legambiente “Valle Argentina”, con la collaborazione del Comitato valle Oxentina e l’Associazione Praugrande. Trenta volontari hanno ripulito il bosco da rifiuti e detriti gettati negli anni dai maleducati


Sabato 30 maggio, più di trenta volontari radunati dal Circolo Legambiente “Valle Argentina”, Comitato Valle Oxentina e l’Associazione Praugrande Pompeiana, ma anche semplici cittadini della Valle Argentina e Badalucco hanno partecipato con la collaborazione del Comune di Badalucco alla giornata di volontariato per ripulire il Vallone dei morti dai rifiuti.


La giornata è stata un segnale forte di tutta la valle Argentina alla volontà di ribadire che nel Vallone dei morti, come ogni altra località di valore ambientale e umano, dovrà essere cancellata dai futuri progetti di discarica. Proprio in questo periodo infatti, si sta decidendo la posizione della discarica di servizio dell’impianto di trattamento che sorgerà a Taggia.


Le persone che hanno dedicato il loro tempo per la pulizia del Vallone, hanno lavorato per il ripristino di un territorio di interesse ambientale, turistico e culturale. Un’area “utilizzata” negli anni come discarica abusiva, “terra di nessuno” dove mettere tutto ciò che l’uomo rifiuta. E’ stato raccolto ogni genere di rifiuto. Da bottiglie di vetro a sacchetti di lattine, da vecchie cucine a gas a stufe a legna, reti da letto letti in ferro, bombole del gas, tv color e frigoriferi.
Leggi il seguito di questo post »

SAN BENEDETTO 2009 – IL CORTEO STORICO – LA RIEVOCAZIONE DELLA GRANDE BATTAGLIA E LE AMBIENTAZIONI STORICHE



FINITA LA NOTTE DEI FURGARI ADESSO ARRIVA IL CORTEO STORICO, LA RIEVOCAZIONE DELLA GRANDE BATTAGLIA ED I QUADRI VIVENTI.

A TAGGIA DA SECOLI….

by amicidelvideo2009



VAI AL SITO DI SAN BENEDETTO REVELLI – VESCOVO D’ ALBENGA —>>>

SAN BENEDETTO 2009 – SPECIALE SU LA STAMPA




IL SALUTO DEL SINDACO GENDUSO VINCENZO



MOSTRA FOTOGRAFICA





“Sono molto felice di poter inaugurare una esposizione fotografica che vede come soggetto unico i nostri amatissimi furgari.-dice Roberto Orengo consigliere delegato alla Cultura. E’ molto importante quando una tradizione così sentita viene rappresentata attraverso uno strumento come la fotografia in bianco e nero che ne ridisegna i contorni e ne propone un nuovo punto d’osservazione. Il merito va attribuito all’autore Daniel Delministro che ha scelto per l’occasione 24 scatti fatti nella notte di San Benedetto del 2007 e del 2008.”

La mostra proseguirà fino al 1 Marzo, giornata del Corteo Storico, e sarà visibile tutti i giorni ai seguenti orari
Lun/Sab, 16.00-19.00 Dom 10.00-12.00 /16.00-19.00

Autore:
Daniel Delministro

l’esposizione è composta da 24 fotografie (10 orizzontali e 14 verticali) in bianco e nero che ritraggono momenti e scene della “notte dei furgari” (edizioni 2007 e 2008), accompagnate da citazioni tratte da componimenti inediti di Marco Miglionico.

ogni fotografia, di formato 20 x 30 cm, stampata su carta fotografica satinata, è montata su un cartoncino rigido di fondo e incorniciata da un pass-par-tout in cartoncino color nero con anima bianca.
Le citazioni che si intervallano alle fotografie sono stampate su fogli chiari applicati su caroncini neri di formato 18 x 28 cm.

tutte le fotografie sono state scattate con una Reflex manuale Pentax K-1000, su pellicola b/n da 35 mm, 400 iso. L’ottica utilizzata per tutti gli scatti è un obiettivo 50 mm 1:2.


IL CORTEO STORICO

clicca sull’articolo per ingrandire



LA NOTTE DEI FURGARI


clicca sull’articolo per ingrandire



LA MADONNA MIRACOLOSA

OGGI DUE INCONTRI IMPORTANTI : IL SECONDO


COMITATO PRO VALLE OXENTINA – ASSEMBLEA PUBBLICA



Comitato pro Valle Oxentina

comitatoxentina@gmail.com


COMUNICATO STAMPA


Venerdì 13 febbraio 2009 ore 21 riunione pubblica a Badalucco


Venerdì 13 febbraio 2009 alle 21 nella Sala del Consiglio Comunale di Badalucco, il Comitato Pro Valle Oxentina ha organizzato una riunione pubblica per informare la cittadinanza di Badalucco e della Valle Argentina sui recenti sviluppi dell’emergenza rifiuti in provincia di Imperia e sul progetto di discarica nel Vallone dei Morti, alla luce del commissariamento della Provincia di Imperia e di nuove importanti novità.


comitato illustrerà poi le nuove attività che intende intraprendere per la difesa e la tutela della Valle Oxentina e aprirà un dibattito aperto a proposte da parte di tutti i presenti su idee e progetti futuri.


La popolazione è cordialmente invitata.


CLICCA QUI PER ANDARE AL SITO DEL COMITATO PRO VALLE OXENTINA

INTERVENTO DEL PORTAVOCE PDL GHIGLIONE




Imperia: rifiuti, intervento del portavoce PDL Ghiglione


“Le sinergie solidali della sinistra targate PD, che hanno il pensatoio nel giunta regionale, un anno fa ci volevano far ospitare il contenuto dei vari camion provenienti dalla Campania per solidarietà politica infischiandosene dell’attuale paventata emergenza ambientale e degli imperiesi”. A dirlo è Davide Ghiglione, portavoce di FI PDL di Imperia, che continua: “A questo sommiamo il loro ‘vizietto’ politico di governare per loro stessi e non a favore di tutti i cittadini. Testimonianza di ciò sono gli esempi promossi che fanno ormai parte della prassi: quando si tratta di distribuire le risorse sul territorio improvvisamente questo si restringe tra Pegli e Camogli ma quando si tratta di fare danni si ricordano anche che la Liguria arriva fino a Ventimiglia.
Leggi il seguito di questo post »

COMITATO PRO VALLE OXENTINA – RISPOSTA A GHIGLIONE



COMUNICATO STAMPA


Comitato pro Valle Oxentina su dichiarazioni Ghiglione


Il Comitato Pro Valle Oxentina, dal momento della sua nascita, è sempre stato aperto al confronto con chiunque abbia qualcosa da dire sul progetto di discarica nel Vallone dei morti e sul problema rifiuti in provincia di Imperia. Per questo, accogliamo con piacere l’intervento di Davide Ghiglione, portavoce del Pdl di Imperia e desideriamo rispondere e precisare alcune cose.


Siamo concordi con lui nell’affermare che la causa dell’attuale emergenza e di quella che si prospetta per il 2010 sia una politica confusa (e aggiungiamo sprovveduta) in materia di rifiuti, fatta di errori attuati con perseveranza negli ultimi 8 anni, da successive amministrazioni provinciali. Per quanto riguarda il vuoto legislativo, invece, vorremmo sottolineare che ciò non è del tutto vero: esistono normative regionali che vietano alle amministrazioni pubbliche di affidare la gestione delle discariche a soggetti privati.


Consigliamo quindi al signor Ghiglione di aggiornarsi il più presto possibile su tali questioni, perché sono alla radice della decisione della Regione Liguria di nominare un commissario ad acta per i rifiuti in Provincia di Imperia.

Leggi il seguito di questo post »

UN GRUPPO DI CITTADINI RISPONDONO A GHIGLIONE


In riferimento alle dichiarazioni del portavoce PDL Ghiglione chiediamo chiarimenti su quanto affermato:


Ghiglione:
“…….Testimonianza di ciò sono gli esempi promossi che fanno ormai parte della prassi: quando si tratta di distribuire le risorse sul territorio improvvisamente questo si restringe tra Pegli e Camogli ma quando si tratta di fare danni si ricordano anche che la Liguria arriva fino a Ventimiglia…..” (Ghiglione)


La Regione Liguria ha elargito fondi per i sotto elencati “DANNI” che la stessa ha FORTEMENTE VOLUTO


* Parco Regionale Naturale delle Alpi Liguri

* Area 24 – Conosciuta ed apprezzata come “pista ciclabile”

* Area protetta regionale Giardini Botanici Hanbury


Progetti atti a favorire il bene collettivo e non presunti “DANNI” come affermato Ghiglione.


Chiediamo smentite documentate
Leggi il seguito di questo post »

COMITATO PRO VALLE OXENTINA – RISPOSTA AL VICESINDACO STRESCINO


COMUNICATO STAMPA


Il Comitato pro Valle Oxentina sulle dichiarazioni del vicesindaco di Imperia Paolo Strescino


Le dichiarazioni del vicesindaco di Imperia Paolo Strescino hanno profondamente turbato i Componenti del Comitato pro Valle Oxentina e scosso il movimento d’opinione creatosi sulla questione rifiuti nell’intera Valle Argentina.


Quanto detto dal vicesindaco di Imperia conferma che il progetto di discarica nel Vallone dei morti era il risultato di una strategia vergognosa attuata ai danni del comune di Badalucco e di quelli della Valle Argentina e parlano chiaro su quale sia stato il clima e le pressioni che hanno condizionato la contestata decisione dell’A.T.O.
La discarica in valle Oxentina è dunque il risultato di una irresponsabile pianificazione dell’ultimo minuto, gestita da poteri più forti dell’assemblea ordinaria dell’A.T.O., in cui un comune conterebbe più degli altri, esautorata dunque di ogni possibile rispondenza democratica ma sottoposta alla volontà e alle speculazioni di pochi.
Leggi il seguito di questo post »

COMMISSARIAMENTO ATO PROVINCIALE – LE DICHIARAZIONE DI PAOLO STRESCINO



Incredibili le dichiarazioni del vicesindaco del comune d’Imperia Paolo Strescino.


Le sue dichiarazioni seguono la decisione della Regione Liguria di ripristinare l’originale accordo in base al quale il nostro Comune si era impegnato a mettere a disposizione i Colli per ospitare il digestore. Quindi niente discarica di servizio nel Vallone dei Morti.

Strescino urla scandalizzato:

COMPLOTTO POLITICO. SI VUOLE FAVORIRE LA ROSSA BADALUCCO.

Il COMPLOTTO POLITICO viene riesumato ogni volta che:

prendono un politico con le mani nella marmellata

non riescono ad attuare i loro progetti

si avvicinano le elezioni e viene scoperto un nervo su un argomento che potrebbe fare perdere un mucchio di voti

etc etc

Vediamo se riusciamo ad essere chiari, dando il nostro umile contributo:

La gente di centro, di destra e di sinistra della Valle Argentina e della Valle Oxentina si è fermamente opposta ed è scesa in strada per tutelare la Valle Oxentina ed impedire lo scempio nel Vallone dei Morti, non perchè fosse una decisione di centro, di destra o di sinistra

ma semplicemente perchè questa decisione

è una grande

STUPIDATA!!

che poi sia stata proposta dal centro, dalla destra o dalla sinistra non fà differenza

STUPIDATA E’ E STUPIDATA RIMANE

Una stupidata che però arrecherebbe danni irreparabili ad una delle zone più belle del nostro entroterra

Offro ulteriore spunto per una pacata riflessione:

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA
Leggi il seguito di questo post »

COMMISSARIAMENTO ATO PROVINCIALE – LE REAZIONI POLITICHE


LA REGIONE HA COMMISSARIATO L’ATO E SI ALZA SUBITO IL GRIDO INDIGNATO

COMPLOTTO POLITICO

LE POTENTI SEGRETERIE SI ATTIVANO E TIRANO FUORI I LORO MUSCOLI.
DALLA PROVINCIA SI ALZA UNA VOCE PIENA D’INDIGNAZIONE

COMPLOTTO POLITICO.

Giochi e giochetti loro, ma al cittadino cosa interessa tutto questo?

Con tutto il rispetto possibile, il semplice cittadino vorrebbe chiedere a chi ha gestito il potere sino ad oggi:

PERCHE’ LA PROVINCIA D’IMPERIA E’ CONSIDERATA PER LA QUALITA’ DI VITA LA PEGGIORE PROVINCIA DEL CENTRO NORD ITALIA?

PERCHE’ DOPO ANNI ED ANNI DI AMMINISTRAZIONE ABBIAMO UNA PERCENTUALE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PARI AL 18% CHE IMPEDISCE IL SUCCESSO DI QUALSIASI PROGETTO DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI?

PERCHE’ DOPO ANNI ED ANNI DI AMMINISTRAZIONE ALL’ULTIMO MOMENTO VENGONO PROPOSTE SOLUZIONI TALMENTE STRAMPALATE DA FAR NASCERE COMITATI E PORTARE LA GENTE NELLE STRADE?
GENTE PERALTRO CHE HA TUTT’ALTRO DA FARE CHE PERDER TEMPO PER CREARE COMITATI E MANIFESTARE IN PIAZZA. PURTROPPO E’ COSTRETTA AD ATTIVARSI DALLA PERICOLOSA SITUAZIONE.

COME MAI E’ STATO FATTO UN RICORSO AL TAR CHE SOLO QUELLO PUO’ BLOCCARE TUTTO?

COME MAI LA NOSTRA PROVINCIA PUO’ VANTARE COME UNICO RECORD QUELLO DI ESSERE UNA DELLE ZONE PIU’ CEMENTIFICATE D’ITALIA? CON TUTTI I SUOI PORTI, CON TUTTI I SUOI PALAZZI DI SECONDE CASE?

COME MAI I PROCESSI CHE INTERESSANO GLI AMMINISTRATORI SONO ALL’ORDINE DEL GIORNO, IDEM I COMMISSARIAMENTI?

E’ TUTTO UN COMPLOTTO POLITICO?

Al semplice cittadino piacerebbe avere delle risposte a domande come queste, è da anni che siamo perplessi vedendo lo scempio della nostra Provincia.

Alla fine occorre dire che l’unico COMPLOTTO POLITICO esistente è quello che ha subito la gente che dopo avere votato sempre le solite persone sperava anche di vedere qualcosa di buono oltre ai mille porti ed ai mille palazzi che sono nati come funghi.

Insomma, con tutto i rispetto possibile:

ESISTE QUALCOSA PER I NOSTRI AMMINISTRATORI CHE NON SIA SOLO CEMENTO?

Loredana Grita scrive un articolo su questo argomento spinoso.
Un umile suggerimento: non sarebbe stato il caso, per obiettività giornalistica, scrivere un articolo intervistando sia gli esponenti della regione che quelli della provincia? Forse al cittadino si dava un servizio più completo.

Appunto … obiettività giornalistica…..


IL COMITATO PRO VALLE OXENTINA NON ABBASSA LA GUARDIA

L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE DEL COMUNE DI TAGGIA IVAN LOMBARDI PUNTUALIZZA L’IMPORTANZA DEL DIGESTORE

DA SANREMO L’EX ASSESSORE DANIELA CASSINI DOPO LA BATTUTA “CHI DI COMMISSARIO FERISCE DI COMMISSARIO PERISCE” PUNTUALIZZA LA MANCANZA DI UN PROGETTO VERO LEGATO ALLO SMALTIMENTO RIFIUTI

LA REGIONE LIGURIA DECIDE : COMMISSARIATO L’ATO PROVINCIALE!


RIEN NE VAL PLUS !!




Giuliano: “Decisione senza imparzialità amministrativa”


Sono sorpreso di questa affermazione perché abbiamo rispettato il termine dei tre mesi con la gara europea bandita regolarmente. Anzi sta scadendo il termine per le domande di partecipazione e le due discariche provvisorie sono regolarmente aperte (Ponticelli e Collette Ozotto). Non c’è nessuna emergenza e, anzi, la situazione delle province di Genova e Savona è peggiore della nostra. Una decisione di questo genere non è improntata ad un criterio di imparzialità amministrativa, comunque rimango assolutamente sereno”.


leggi l’articolo di SANREMONEWS —>>>

COMMSSARIAMENTO ATO PROVINCIALE – LE REAZIONI POLITICHE


RIEN NE VAL PLUS !!




Commissariamento Provincia: l’intervento del PD


La Giunta Regionale Ligure, nella seduta di oggi, ha deciso il commissariamento della gestione rifiuti in Provincia di Imperia, sancendo in maniera inequivocabile i molti ritardi e le inadempienze dell’Amministrazione Provinciale.

LEGGI L’ARTICOLO DI SANREMONEWS —>>>



Regione: Saldo (FI) su commissariamento Imperia dei rifiuti


“Non possiamo essere altro che indignati di fronte alla comunicazione da parte del Presidente Burlando in merito al Commissariamento della Provincia di Imperia sulla gestione dei rifiuti. La decisione presa dalla Giunta di sinistra, guidata da Burlando, non è altro che dettata da motivazioni politiche: tutta la Liguria, per ciò che concerne la gestione del ciclo di smaltimento dei rifiuti, verte in una condizione critica e Imperia forse, rispetto alle altre 3 province liguri non è certo quella messa peggio”.

LEGGI L’ARTICOLO DI SANREMONEWS —>>>

COMMISSARIAMENTO ATO PROVINCIALE – LE NOTIZIE DALLA REGIONE


RIEN NE VAL PLUS !!


Rifiuti, ad Imperia un commissario ad acta


30 Gennaio 2009


Mercoledì la nomina. Scaduta il 7 gennaio la proroga concessa dalla Regione a ottobre. Le due discariche provinciali sono al limite e dovranno chiudere entro il 2010.


Tempo scaduto. La proroga concessa a ottobre dalla Regione alla Provincia di Imperia per far fronte all’emergenza rifiuti il 7 gennaio senza nessuna novità di rilievo: per questo oggi la Giunta regionale ha dato mandato al Presidente Burlando di nominare un commissario ad acta nei prossimi giorni. “Procederò alla nomina intorno a mercoledì - ha dichiarato il presidente Claudio Burlando - ci orienteremo su un esterno, in modo da non alimentare conflittualità inutile sul territorio. Per noi la vicenda non ha valore politico: sono i nostri uffici tecnici a sollevare la questione e ad avvertirci che mancano gli adempimenti minimi. Rischiamo la spazzatura in piazza alla fine del 2010. Dobbiamo intervenire, in base ai poteri previsti dalla legge, perché è nostra responsabilità farlo”.


La proroga era stata concessa a ottobre per procedere a un bando di gara per l’impianto di smaltimento e a un progetto per una discarica di servizio. Soltanto il 12 gennaio la Provincia ha avvisato di avere appena indetto la gara. “Le due discariche attive nel territorio sono ormai sature - spiega l’assessore all’ambiente Franco Zunino - e sono già in proroga fino al 31 dicembre 2010, data oltre la quale non è presumibile andare. Se aspettiamo ancora non ci sarà più il tempo tecnico per trovare soluzioni alternative, e sarà vera emergenza. Nelle altre province la situazione è ben diversa: a Genova Scarpino può andare avanti ancora per diversi anni, a Savona è già stato individuato il nuovo sito con il benestare di Provincia e dei comuni interessati, a Spezia si è arrivati già alla chiusura del ciclo dei rifiuti. Imperia ha le discariche piene e ancora nessuna alternativa praticabile”.


VAI AL SITO DELLA REGIONE LIGURIA —>>>

COMMISSARIAMENTO ATO PROVINCIALE – LE REAZIONE SUI BLOG


RIEN NE VAL PLUS !!



DAL BLOG ALZALATESTA DI MARCO BALLESTRA

Rifiuti, la Provincia di Scajola commissariata da Burlando.

C’è da far festa? C’è da piangere?
Tra la Banda Bassotti azzurra e la Banda Bassotti rossa, quale deleghereste oggi a derubarvi?


La Regione Liguria ha deciso stamani con una delibera il commissariamento della Provincia di Imperia per quanto riguarda la gestione del ciclo dei rifiuti. Lo hanno annunciato il presidente Claudio Burlando e l’assessore regionale Zunino.


La prossima settimana verrà nominato il commissario, «che sarà naturalmente una persona esterna» ha detto Burlando. «Prego tutti di non dare una lettura di carattere politico a una vicenda che è solamente tecnica» ha aggiunto il presidente.


«La situazione è seria – ha spiegato Burlando – perché alla fine del 2010 le due discariche imperiesi, oggi in proroga, saranno sature, e non vogliamo correre il rischio di ritrovarci con in rifiuti per strada». Il commissariamento, ha spiegato Zunino, è stato deciso «perché la Provincia di Imperia non ha rispettato il termine del 7 gennaio 2009, che avevamo concesso tre mesi fa per due provvedimenti che dovevano essere presi già a giugno 2008: le offerte per l’impianto finale di smaltimento e il progetto per la discarica di servizio».


PROSEGUI LA LETTURA SUL BLOG ALZALATESTA —>>>

VALLE OXENTINA – VALLONE DEI MORTI – LA DISCARICA


NUOVO FILMATO PRODOTTO DA ZEMIAFILM SULLA DISCARICA IN VALLE OXENTINA

CLICCA QUI PER ANDARE AL SITO DI ZEMIA FILM

CLICCA SOTTO PER ACCEDERE AL SITO BARONI RAMPANTI DI GIAREVEL AUTORE DEL FILMATO

VAI AL SITO BARONI RAMPANTI —>>>


CLICCA QUI PER ANDARE AL SITO “COMITATO PRO VALLE OXENTINA”

Piano Provinciale dei Rifiuti e Valle Oxentina


In relazione al dibattito in corso sullo sviluppo attuale del Piano Provinciale dei Rifiuti di Imperia, e in particolare sulla scelta dell’ATO Rifiuti a proposito della discarica di servizio in località Vallone dei Morti di Badalucco, ritengo utile e opportuno proporre all’informazione ed al confronto del blog la lettera che come Amministrazione di Taggia abbiamo inviato la scorsa settimana in Provincia ed in Regione. La riporto di seguito in versione integrale.

Sindaco Genduso Vincenzo

LETTERA DELL’AMMINISTRAZIONE DI TAGGIA ALLA PROVINCIA E ALLA REGIONE



Taggia, 19 Gennaio 2009


Al Presidente della Provincia di Imperia
Avv. Gianni Giuliano
Viale Matteotti, n. 147 18100 – Imperia


Al Direttore dell’ ATO Rifiuti di Imperia
Ing. Giuseppe Enrico
Viale Matteotti, n. 147 18100 – Imperia


Alla Regione Liguria – Dipartimento AMBIENTE
Settore Gestione Integrata Dei Rifiuti
Via D’Annunzio 111 16121 – Genova – (Ge)


Oggetto: Considerazioni in merito allo sviluppo e all’attuazione del Piano Provinciale dei Rifiuti della Provincia di Imperia.


Questa amministrazione, in relazione agli ultimi sviluppi ed ai relativi passi tecnico-amministrativi compiuti recentemente dalla Provincia e dall’ ATO Rifiuti in merito alla implementazione del Piano Provinciale dei Rifiuti, intende esprimere alcune considerazioni su alcuni punti che rappresentano elementi di estrema importanza per una realistica previsione di efficacia del Piano per affrontare e risolvere in maniera seria e definitiva la problematica della gestione dei rifiuti in provincia di Imperia. Inoltre questi stessi punti ineriscono direttamente ad alcune fra le richieste avanzate dal Comune di Taggia e poste come precise condizioni alla Provincia ed ai comuni dell’ ATO per la disponibilità ad ospitare l’impianto provinciale di trattamento nel proprio territorio (sito di Colli).


1) Innanzitutto si sottolinea il fatto che negli atti presentati e trattati finora non sia ancora presente un preciso e articolato progetto orientato alla PREVENZIONE E RIDUZIONE dei rifiuti nel territorio provinciale. Questo aspetto così come indicano le direttive nazionali ed europee riveste una enorme importanza per una politica seria sul tema dei rifiuti. Occorrono interventi e misure forti per ridurre la quantità complessiva dei rifiuti prodotti e di conseguenza dei rifiuti da trattare nell’ impianto di Colli e smaltire nella prevista discarica di servizio. Si devono stabilire obiettivi temporali e quantitativi opportunamente e realisticamente tarati. Ad esempio una percentuale di riduzione per i Comuni e per la Provincia da raggiungere entro il 2009, 2010, 2011 e così via fino ad una aspettativa coerente e sostenibile dai cittadini. Devono essere assunti impegni precisi e concreti per opportune misure e protocolli di sensibilizzazione delle realtà produttive e commerciali della nostra provincia e delle diverse componenti sociali della popolazione.

per proseguire la lettura clicca sotto
Leggi il seguito di questo post »

VALLE OXENTINA – ON.CETTO LAQUALUNQUE “INTUCULO LA BELLEZZA”


VALLE ARGENTINA – IL TRIONFO DELLA NATURA


COSI’ TITOLA UN POST DEL SITO RIVIERADEIFIORI PROSEGUENDO…


Una sferzata di energia, una carezza di serenità.

Arriva il momento in cui il grigiore cittadino non si sopporta più: in città diventano grigi non solo i colori, ma anche gli odori e i sapori… E allora c’è bisogno di uno stacco per recuperare il perduto vigore: luce pura, colori brillanti, profumi e sapori intatti! Un tesoro di energia che la natura incontaminata di queste valli offre ai suoi ospiti, accolti in paesaggi sorprendentemente variegati: dalla macchia mediterranea costellata di uliveti che profuma di mare e ci accarezza morbidamente, ai castagneti e alle foreste alpine che ci avvolgono in una frizzante sensazione di freschezza.


Applicando il PIANO PROVINCIALE SUI RIFIUTI DELL’ATO occorrerà modificare drasticamente l’articolo……

Una sterzata di bilico, un olezzo di modernità

Arriva il momento in cui l’aria pura non si sopporta più: in città diventano grigi non solo i colori, ma anche gli odori e i sapori… E allora c’è bisogno di trasformare le nostre valli più immacolate per adattarle alle consuetudini delle nostre città: via vai di camion, delle discariche di servizio che un domani diventeranno di disservizio (secondo la migliore tradizione italiana), un pò di rifiuti quà e là, pale meccaniche e quant’altro che omaggino la nostra insensibilità per l’ambiente, una continuità con le città per mantenere il nostro livello di stress: basta con la luce pura, basta con i colori brillanti, con i profumi e con i sapori intatti! Un tesoro di falsa energia che la natura incontaminata di queste valli ha offerto per troppi anni ai suoi ospiti, accolti in paesaggi sorprendentemente troppo variegati: dalla macchia mediterranea costellata di uliveti che profuma di mare e ci accarezza morbidamente, ai castagneti e alle foreste alpine che ci avvolgono in una frizzante sensazione di freschezza. Basta con tutto questo!.

INSOMMA …… per dirla con il famoso idioma dell’ON. CETTO LAQUALUNQUE ….

INTUCULO LA BELLEZZA!!!!

INTUCULO LA VALLE OXENTINA!!!!


CLICCA QUI PER ANDARE A LEGGERE IL POST DEL SITO WWW.RIVIERADEIFIORI.IT PROVARE PER CREDERE —->>>

NATO IL “COMITATO PRO VALLE OXENTINA”



NELLA RIUNIONE DI IERI SERA A BADALUCCO HA PRESO CORPO


“IL COMITATO PRO VALLE OXENTINA”



L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE IVAN LOMBARDI, PRESENTE ALL’INCONTRO, HA DATO LE SPIEGAZIONI ATTESE CON PRECISIONE E DOVIZIA DI PARTICOLARI.

HA SPIEGATO COSA SIGNIFICA LA REALIZZAZIONE DI UN DIGESTORE CHE PERMETTE DI ACCANTONARE LA REALIZZAZIONE DI QUELL’ INCENERITORE PIU’ VOLTE PAVENTATO DALLA PROVINCIA E DALLE FORZE DI CENTRODESTRA.

HA SPIEGATO COSA SIGNIFICA DISCARICA DI SERVIZIO.

HA SPIEGATO COME SONO AVVENUTE LE VOTAZIONI IN SEDE ATO PROVINCIALE.

HA RASSICURATO I PRESENTI CHE MAI L’AMMINISTRAZIONE DI TAGGIA ACCETTERA’ LA REALIZZAZIONE DELLA DISCARICA DI SERVIZIO IN VALLE OXENTINA.

SICURAMENTE E’ STATO TRACCIATO UN PERCORSO NUOVO, PIU’ RISPETTOSO DELL’AMBIENTE E UTILE A RISOLVERE IL PROBLEMA SMALTIMENTO RIFIUTI DELLA NOSTRA PROVINCIA SECONDO CRITERI PIU’ ATTUALI.

MA SIAMO ALL’INIZIO ED OCCORRE ESSERE MOLTO GUARDINGHI E PRUDENTI.

QUESTO IL COMPITO DELL’AMMINISTRAZIONE DI TAGGIA E DI TUTTE LE AMMINISTRAZIONI DELLA VALLE ARGENTINA SENSIBILI AL BENE PRIMARIO CHE POSSIEDONO E CHE VOGLIONO TUTELARE:

IL LORO TERRITORIO

LA VALLE ARGENTINA TI ASPETTA


LAVORO REALIZZATO DA ANDREA BIONDO.

LA VALLE ARGENTINA TI ASPETTA!!!

MA NON ASPETTA LA TUA DISCARICA!!!


ALTRE FOTO FATTE DA ANDREA BIONDO

GENNAIO 2008 – LE INCREDIBILI FOTO DEI NOSTRI TERRITORI by Andrea Biondo



DICEMBRE 2007 – LA VALLE ARGENTINA LE BELLEZZE DELLA VALLE by Andrea Biondo

BADALUCCO – QUESTA SERA LA RIUNIONE SULLA DISCARICA


QUESTA SERA ALLE 21:00 LA RIUNIONE SULLA DISCARICA DEL COMITATO DEL “SI”

LA RIUNIONE DEL COMITATO DEL “NO” C’E’ GIA’ STATA. ERA LA RIUNIONE DELL’ATO PROVINCIALE CHE HA DETTO:

NO AD UN PIANO PROVINCIALE SERIO

NO AL RISPETTO DELL’AMBIENTE ANCHE QUELLO PIU’ SACRO

NO AD UNA PROGRAMMAZIONE CHE NON PREVEDA L’ETERNA “EMERGENZA”

NO AD UN SERIO COINVOLGIMENTO DELLA GENTE E DELLE AMMINISTRAZIONI DIRETTAMENTE INTERESSATE.

NO NO NO ….

A TUTTA QUESTA SERIE INFINITA DI NO CHE HANNO TRASFORMATO LA NOSTRA PROVINCIA NELL’ESEMPIO PEGGIORE DEL CENTRO-NORD ITALIA QUESTA SERA CI SARA’ UNA RIUNIONE DOVE SI DIRANNO TANTI “SI”.

IL PRIMO:

SI AL RISPETTO DELLA VALLE OXENTINA



BADALUCCO – RIUNIONE SULLA DISCARICA NEL VALLONE DEI MORTI


La Provincia di Imperia ha deciso di aprire una discarica in Valle Oxentina, zona Vallone dei Morti, nel comune di Badalucco.


L’area ha grande valore naturalistico ed è un esempio unico per l’equilibrio tra ambiente e attività umane.


Occorre intervenire al più presto per far ritirare il progetto della discarica.


Venerdì 9 gennaio 2009


alle ore 21 nella Sala Comunale di Badalucco si terrà una riunione straordinaria per informare gli abitanti e istituire un comitato per la difesa e la tutela della Valle Oxentina.


La cittadinanza è cordialmente invitata

IL SINDACO GENDUSO – NO ALLA DISCARICA NEL VALLONE DEI MORTI


RIPORTIAMO L’INTERVENTO DEL SINDACO GENDUSO IN MERITO DELLA DISCARICA DEL VALLONE DEI MORTI ED ALLE POSIZIONI ASSUNTE DALL’AMMINISTRAZIONE DI TAGGIA ALLE ASSEMBLEE DELL’ATO PROVINCIALE.


Ho appena letto i diversi commenti che sul blog intervengono a proposito del Piano Provinciale dei Rifiuti della Provincia di Imperia e dei suoi recenti sviluppi. Voglio fare alcune precisazioni al riguardo di imprecisioni e inesattezze che vengono a mio parere affermate con evidente superficialità.

Sorvolerò volutamente su polemiche e insinuazioni pesanti a proposito del mio operato (e quello del mio Assessore all’Ambiente) che accompagnano alcuni commenti. Mi limiterò in questa sede a dare alcune informazioni e a rassicurare alcuni cittadini che giustamente sono disorientati da false notizie:

- Innanzitutto, contrariamente a quanto affermato dal Sig. Longo (e mi stupisco della sua ‘leggerezza’, conoscendola come persona coscienziosa e competente), il Comune di Taggia nella Assemblea dell’ Ato Rifiuti del 14/11/08 si è dichiarato CONTRARIO (ed ha votato conseguentemente alla scelta della discarica di servizio nella località del VALLONE DEI MORTI nel comune di Badalucco. Questa decisione non ha avuto tentennamenti di sorta e vedrà coerentemente la nostra Amministrazione schierata e intenzionata ad opporsi con tutti gli strumenti civili, amministrativi e legali possibili a questa localizzazione che consideriamo sbagliata per i motivi che sono già stati detti e sui quali non mi dilungo. Su questa scelta NON ABBIAMO AVUTO E NON ABBIAMO DUBBI!!!

- Nella seduta successiva dell’ assemblea ATO tenutasi il 19/12/08 il Comune di Taggia ha votato CONTRO il Piano Provinciale della Raccolta Differenziata, perchè lo ha ritenuto INSUFFICIENTE E INADEGUATO per il raggiungimento degli obiettivi di legge (così come argomentato nella dichiarazione di voto dell’Assessore Lombardi).

- Sempre nella stessa seduta il Comune di Taggia ha votato a FAVORE della approvazione dei Documenti di Gara relativi al Bando per la realizzazione e gestione dell’impianto di trattamento dei rifiuti in località Colli, avendolo valutato nel complesso aderente (a parte la localizzazione della discarica di servizio nel Vallone dei Morti, così come è stato pubblicamente precisato nella dichiarazione di voto dell’Assessore Lombardi) alle proposte e condizioni richieste a suo tempo dal Comune di Taggia (separatore e digestore anaerobico). Oltre alle altre indicazioni è stato inserito nel bando, su nostra proposta, un ulteriore elemento premiante legato all’ offerta di tecnologie atte al recupero di materia dal R.U.R. (rifiuto urbano riciclabile) ad integrazione o sostituzione di CDR (vedi esperienza di Vedelago).


Queste sono le posizioni che il Comune di Taggia ha sostenuto ultimamente e mi sembrano francamente in linea con quanto proposto e portato avanti finora nell’ambito provinciale.
Mi rendo conto che l’informazione non è mai troppa e organizzeremo momenti di incontro e condivisione con la cittadinanza nei prossimi giorni per potere chiarire meglio i vari punti salienti della problematica e condividere strategie di azione per quanto riguarda il problema della discarica di servizio.


Il Sindaco
Vincenzo Genduso


L’Assessore all’ Ambiente
Ivan Lombardi

ATO PROVINCIALE – LA DISCARICA NEL VALLONE DEI MORTI A BADALUCCO


PIU’ DELLE PAROLE LE IMMAGINI DOCUMENTANO LA FOLLIA DELL’IMPROVVISA DECISIONE DELL’ATO PROVINCIALE PRESIEDUTO DA GIANNI GIULIANO.

L’ENTE MESSO ALLE STRETTE DALLA REGIONE HA TIRATO FUORI DAL CILINDRO QUESTA FURBATA CHE STA’ DIVENTANDO UN PROBLEMA INCANDESCENTE.

STA’ NASCENDO UN COMITATO SPONTANEO, IL TAM TAM SI STA’ DIFFONDENDO TRA LA GENTE, A BADALUCCO E A TAGGIA LE PERSONE SI DOMANDANO:

MA DIRANNO VERAMENTE SUL SERIO O E’ SOLO UNA MANOVRA PER NON FARE COMMISSARIARE L’ATO PROVINCIALE?

LA PREOCCUPAZIONE SALE E GLI AMMINISTRATORI ACCORTI DOVREBBERO ACCORGERSENE.

VOGLIAMO ARRIVARE ALLA SITUAZIONE DI CHIAIANO?

IL BREVE MA SIGNIFICATIVO DOCUMENTARIO E’ PRODOTTO DA ZEMIAFILM.

PIANO PROVINCIALE DEI RIFIUTI E DISCARICA NEL VALLONE DEI MORTI: NASCE UN COMITATO SPONTANEO


NASCE UN COMITATO SPONTANEO CONTRO LA DISCARICA NEL VALLONE DEI MORTI


Oggi, domenica 4 gennaio, alle ore 18.00 ad Arma, presso il Circolo Arci G. Faustini di via Cornice 4 (vicino alla pizzeria Roma), si terrà una riunione del Comitato spontaneo per la salvaguardia della discarica del Vallone dei Morti ricadente nel territorio del Comune di Badalucco.


I cittadini della provincia sensibili ad una gestione sostenibile e responsabile del nostro territorio sono invitati a partecipare alla riunione.


Oltre a prevedere un’azione mirata contro questa discarica assurda, ubicata in una zona di notevole pregio ambientale, individuata dall’ATO Rifiuti della Provincia, ci si potrà conoscere e confrontarsi su diversi argomenti di grande attualità che riguardano il nostro territorio.


Hanno già aderito al comitato:


Marco Ballestra

- presiede l’Associazione “ALZALATESTA” da lui fondata a Ventimiglia. Si è già contraddistinto in numerose e dispendiose denunce nei confronti della mala amministrazione dell’estremo ponente ligure. In primis la Centrale a Biomasse di Bevera.
Clicca qui per andare al sito www.alzalatesta.net


- referente per la Provincia d’Imperia dell’Associazione “Casa della Legalità e della Cultura” che nasce a Genova grazie all’infaticabile opera di Christian Abbondanza e si stà diffondendo per tutt’Italia.
Clicca qui per andare al sito dell’Associazione —>>>


- Importante apicoltore nella vita lavorativa


Giacomo Revelli

- redattore e web content manager in Datasiel, scrive testi, articoli e si occupa di comunicazione per i siti internet di Regione Liguria.

- ha collaborato con La Riviera e Il Corriere Mercantile.

- ha creato insieme al fratello Franco il progetto ZEMIAFILM.
Clicca qui per andare al sito—>>>


- scrive sul sul sito http://www.baronirampanti.wordpress.com dove ha pubblicato questa lettera di sensibilizzazione.


Lettera ai media sulla discarica del Vallone dei Morti


Questa lettera è stata spedita alle redazioni dei quotidiani del Ponente ligure.
Vi prego di farla girare il più possibile. Almeno per squarciare il pesante silenzio sceso su questa faccenda.


Gentile redazione,
vorrei porre l’attenzione sulla decisione recente dell’A.T.O. della Provincia di Imperia di realizzare una discarica in località “Vallone dei Morti” a pochi chilometri da Badalucco in Valle Argentina. La notizia è del 15 novembre, poi l’argomento non è più comparso su giornali e media, nessuno o poco spazio è stato dato alle opinioni della gente comune.


Vorrei sottolineare che la zona scelta per la realizzazione dell’impianto ha un elevato valore ambientale, storico e culturale per tutta la valle Argentina. Il Vallone dei Morti è infatti collocato tra i SIC di Ceppo-Armea e la ZPS di CeppoTomena. E’ una zona ricca di varietà biologica, animale e vegetale: oltre ad una delle rare foreste di lecci e carpini del Ponente, ospita l’habitat di specie non comuni ad una tale prossimità con il mare, come il biancone e l’aquila reale, il primo probabilmente nidificante, la seconda come area di alimentazione. E’ noto a tutti che nel sottostante rio Oxentina vivono i gamberi di fiume, mentre lì sono stati avvistati anni fa gli ultimi esemplari di lontra in Liguria.


CLICCA QUI PER PROSEGUIRE LA LETTURA —>>>

IL MALTEMPO IMPERVERSA


In attesa del bel tempo che dovrebbe arrivare per Natale grazie all’alta pressione proveniente dall’Atlantico, abbiamo subito tanti disagi per le condizioni climatiche a volte estreme.
Niente a che vedere con la crisi di zone come Roma e Firenze dove sono stati e sono tutt’ora con il fiato sospeso per i due fiumi imbizzarriti, ma anche noi, grazie alla conformazione del nostro territorio, qualche problema lo abbiamo avuto.


In generale quando la natura si fà sentire ci offre spettacoli di grande fascino.
Marco Mellere con la sua macchina fotografica è sempre pronto a immortalarli e ce ne offre un piccolo esempio.
Sono poche foto di Arma e della nostra Valle Argentina la cui bellezza lascia senza fiato chi la visita. Almeno fino a quando i lavori della discarica non avranno distrutto anche questo angolo di mondo.
Perchè purtroppo oltre la natura che costruisce bellezze esiste anche l’uomo pronto a distruggerle.

ECCO LE FOTO!!

La spiaggia di Arma dopo la mareggiata


Triora


La strada per Colle Melosa


CLICCA QUI PER VEDERE LE ALTRE FOTO —>>>

BADALUCCO – LA TUTELA DELLO STATO



TRA DISCARICA


E COLLEGAMENTO ADSL


DIMOSTRA L’ATTENZIONE DELLO STATO (O QUELLO CHE DOVREBBE ESSERE) PER LE ZONE MENO PRIVILEGIATE (MA PIU’ BELLE) DEL NOSTRO TERRITORIO.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.